Quando non è possibile, o sufficiente, ottenere la rimozione di un contenuto lesivo in tempi celeri, si ricorre alternativamente o anche in maniera congiunta, ad un tipo di intervento tecnico-informatico denominato Flooding.

In maniera semplicistica, il flooding consiste nella forzatura di arretramento della posizione dei contenuti stessi all’interno dei risultati dei motori di ricerca.

L’esperienza e le statistiche su Google, infatti, ci dicono che un utente medio controlla solo le prime due pagine di ricerca. Di conseguenza, dopo un’attenta Analisi Reputazionale, l’attività di flooding (che letteralmente significa annacquamento) si compone di due fasi distinte e complementari: la creazione di nuovi contenuti e l’utilizzo delle più sofisticate tecniche SEO (Search Engine Optimization) che consentono l’arretramento dei contenuti lesivi ed il contemporaneo avanzamento di quelli positivi nelle prime pagine.

Naturalmente i nuovi contenuti possono includere articoli, biografie, post sui social media, brochure ed altro materiale comunque creato su indicazione ed approvazione del committente, e vengono pubblicati utilizzando accorgimenti e regole ben precise.

Tra queste, la gradualità di rilascio per una corretta indicizzazione ed un’oculata scelta di siti e server con adeguate caratteristiche di visibilità ed autorità.

Per sapere come e quando intervenire con le attitivà di flooding, contattateci per avere maggiori informazioni o chiedere una prima consulenza…

Form Contatto

Per contattare il nostro staff potete lasciare un messaggio nell'apposito form sottostante, oppure utilizzare uno qualsiasi dei canali tradizionali o social